Le foglie non cadono più
Sarebbe l'inquinamento dei gas di scarico delle auto e delle centrali elettriche a mantenere le foglie verdi.
21-11-2007 - Fonte: Green Planet.net  -  visto su: www.promiseland.it

ANCHE L’AUTUNNO NON SFUGGE AL CO2: LE FOGLIE NON CADONO PIU’

Secondo una ricerca inglese sarebbe l'inquinamento dei gas di scarico delle auto e delle centrali elettriche a mantenere le foglie verdi.

Una ricerca dell'Università di Southampton avrebbe scoperto che i livelli sempre più alti di Co2 nell'aria manterrebbero le foglie degli alberi verdi, nonostante di solito, in questo periodo dell'anno, fossero già cadute. Infatti la concentrazione di Co2 renderebbe più persistente la fotosintesi - fenomeno in cui l'anidride carbonica, la luce solare e l'acqua contribuiscono a produrre ossigeno - ritardando il momento in cui le foglie cambiano colore e iniziano a cadere.

Negli ultimi 30 anni, questa sorta di processo di invecchiamento, conosciuto anche come "senescenza autunnale" ha registrato un ritardo nell'apparizione delle prime foglie secche, in Europa, di circa 1.2, 1.8 giorni per decade. Fenomeno parallelo a quanto in primavera avviene con i primi boccioli, che compaiono con un anticipo di circa 10 giorni rispetto a quanto non avvenisse un tempo.

Fino alle scoperte seguite a questo studio si riteneva che questi fenomeni dipendessero dai mutamenti climatici, con l'aumento delle temperature. Ma c'è solo una leggerissima correlazione tra la senescenza e le temperature medie registrate. La ricerca dell'Università di Southampton ha individuato come la quantità di Co2 stia piuttosto rallentando i processi d'invecchiamento degli alberi.

Negli ultimi 30 anni, ha registrato la ricerca, l'anidride carbonica presente nell'atmosfera è aumentata del 13,5%, condizionando sia la fisiologia che le funzioni di piante e influenzando una vasta gamma dei loro processi. Secondo la professoressa Gail Taylor, del dipartimento di Scienze biologiche dell'Università di Southampton, i risultati confermano che la senescenza continuerà a svilupparsi, a prescindere dalle temperature dell'ambiente. "La fotosintesi e il colore verde persistono a causa della più alta concentrazione di Co2 che permette all'albero di generare composti ricchi di carbonio - che prolungano la vita delle foglie" ha spiegato, avvertendo però che "gli alberi però sono vulnerabili al gelo e ad altri eventi meteorologici." Un problema fondamentale da affrontare, ha aggiunto la professoressa Taylor, è se si debba selezionare gli alberi che sono più adatti a far fronte alle crescenti livelli di emissioni di CO2, anziché utilizzare, come è prassi corrente, sementi locali.

Lo studio fornisce anche la prima visione cambiamenti nella genetico di pioppi che può conto per il passaggio ad un ritardo senescenza. Fuori di 20000 geni studiati, una suite ha dimostrato di essere responsabile per il cambiamento. La ricerca avrebbe inoltre individuato fra i 20.000 geni studiati, quello responsabile del ritardo.

http://www.greenplanet.net/

HOME PAGINA CLIMA - AMBIENTE - ECOLOGIA ARCHIVIO ARTICOLI
 

 
Cynegi Network