Piante transgeniche

Cronologia  delle scoperte che rivoluzioneranno la nostra epoca

1930-40 Viene sviluppata la teoria del gene
1944-52 Individuato il DNA come materiale ereditario
1953 Watson e Crick scoprono il DNA
1961 Jacob e Monod propongono i modelli sul funzionamento della regolazione genica
1964 Viene scoperto il modo in cui il messaggio nel DNA viene tradotto in proteine
1969 Scoperti gli enzimi di restrizione che permettono di tagliare a pezzi il DNA
1973 Boyer e Cohen costruiscono la prima molecola di DNA composto di parti provenienti da diversi organismi
1975 Moratoria di Asilomar peri regolamenti di biosicurezza
1977 La Genentech produce la proteina umana in un batterio: somatostatina
1978 La Genentech produce insulina umana tramite batteri transgenici
1980 La Corte Suprema degli Stati Uniti sancisce la brevettabilità di esseri viventi geneticamente modificati
1981 Vengono creati i primi animali transgenici
1982 La Lindow crea batteri manipolati grazie ai quali fragole e patate resistono alle gelate, Ralph Brinster e colleghi creano un topo gigante contenente un gene di ratto
1983 Nasce la prima pianta di tabacco transgenica
1985 Primi test all'aperto su piante transgeniche resistenti a insetti, virus e batteri
1986 Primo vaccino creato dall'ingegneria genetica per l'epatiteB. Creati i primi cromosomi artificiali
1987 Inventato il gene targeting, metodo che permette di inserire geni in punti precisi
1988 Brevettati i primi mammiferi, gli oncotopi
1990 La GenPharm crea una mucca trasgnenica che produce proteine umane nel latte
1993 Topi transgenici per ogni esigenza: possono produrre immunoglobuline umane, ammalarsi di melanoma, epatite, epilessia. Pecore e maiali producono farmaci nel sangue o nel latte
1994 Arriva il primo pomodoro Flavr Savr della Calgene che non marcisce. Primi rospi e uccelli transgenici. Maiali chimerici con organi "semiumani"
1995 Due zucchine transgeniche, batteri per tingerei jeans, salmoni transgenici giganti. Anticorpi umani nel latte di capra
1996 Almeno otto piante diverse destinate al consumo vengono coltivate su alcuni milioni di ettari. Brevettato il primo animale italiano: un topo transgenico con tumore al fegato
1997 Inizia la clonazione: nasce Dolly. Seguiranno scimmie, altre pecore e mucche
1998 Il Parlamento europeo sancisce definitivamente la brevettabilità di microrganismi, piante e animali geneticamente modificati, nonché di singoli geni o parti isolate del corpo umano.

Pro Biotecnologie
In campo medico ha portato alla nascita di nuovi farmaci più economici, più efficaci, più sicuri (insulina per diabetici). Le nuove piante produrranno di più, con meno concimi chimici e pesticidi, in meno spazio e con meno acqua. 

  • Più disponibilità di cibo per i paesi in via di sviluppo
  • Minore deforestazione ed erosione dei terreni agricoli
  • Difesa della biodiversità tramite creazione di nuove varietà
  • Minore impiego di pesticidi e concimi chimici
  • Nuove possibilità di disinquinamento ambientale, grazie a piante e batteri in grado di assorbire i rifiuti
  • Cibi migliorati dal punto di vista della durata, del gusto, del valore nutritivo
  • Farmaci prodotti in maniera più sicura ed economica
  • Produzione di sostanze utili prodotte da batteri
  • Possibilità di nuove terapie contro cancro, aids e malattie genetiche

Contro Biotecnologie
Le obiezioni degli attivisti sono sia di carattere etico: è moralmente giustificabile allevare animali che soffrono dalla nascita? fino a che punto il fine giustifica i mezzi? ma anche di carattere ecologico: il rilascio in natura di organismi geneticamente modificati è pericoloso; i rischi riguardano la comparsa di supererbacce e di superparassiti, la nascita di nuovi ceppi di virus o di malattie resistenti agli antibiotici, l'estinzione di specie naturali, ecc

  • Minore accesso alle risorse alimentari per le popolazioni più povere a causa dei diritti di proprietà sui nuovi organismi
  • Erosione della biodiversità
  • Maggiore diffusione degli erbicidi chimici
  • Sviluppo d'insetti e malattie resistenti ai pesticidi
  • Nascita di nuove erbe infestanti o di animali e microrganismi
  • Gravi squilibri all'ecosistema
  • Proprietà tossiche e allergeniche nei nuovi cibi
  • Comparsa di nuovi virus o di malattie resistenti agli antibiotici
  • Problemi etci legati alle piante contenenti geni animali o umani, ai mammiferi transgenici dagli organi "umanizzati" per i trapianti
  • Rischio di biopirateria nei confronti delle risorse genetiche dei paesi in via di sviluppo

Oggi le Xpiante autorizzate ad essere coltivate nell'ambiente senza controlli sono almeno una quarantina, appartenenti ad una dozzina di specie. In Europa tali piante sono sette (mais, soia, radicchio, ravizzone, melone, zucca, tabacco). In Italia avvengono esperimenti autorizzati su tredici specie transgeniche (principalmente mais, pomodoro, tabacco e cicoria). Tuttavia il 25% della soia e del mais importati dagli USA contiene semi transgenici che entrano (sotto forma di lecitine, sciroppi di glucosio, emulsionanti, ecc) nella composizione del 60 % dei prodotti comprati al supermercato: cioccolata e dolciumi, bibite, gelati, pizza e pasta surgelata.

SPECIE CARATTERISTICHE PRODUTTORI PAESI
Canola composizione oli modificata Calgene, AgrEvo, Monsanto, Pgs usa, canada, giappone
Cotone tolleranza al Bromoxynil, al glifosato, alla sulfonylurea Monsanto, Calgene, DuPont usa, australia, messico
Lino tolleranza alla sulfonylurea  università di Saskatchewan canada
Mais Bt, tolleranza al glifosato e al glufosinato Novartis, Mycogen, Pioneer Hi-Bred, AgrEvo, Monsanto, DeKalb, Ragt  ue, usa, canada, argentina, giappone
Melone resistenza ai virus Limagrain ue(francia)
Patata Bt, composizione dell'amido modificata Monsanto, Avebe usa, giappone, olanda
Pomodoro maturazione ritardata Calgene, Zeneca, DnaP, Monsanto, Agritope inghilterra, usa, canada
Radicchio ibrido, maschio sterile Bejo-Zaden ue (solo coltivazione)
Ravizzone tolleranza al glufosinato, crescita invernale AgrEvo ue (inghilterra, olanda, francia, belgio, germania)
Soia  tolleranza al glifosato e al glufosinato Monsanto, AgrEvo ue (solo per importazione) usa giappone, argentina
Tabacco tolleranza al Bromoxynil Seita ue (non necessaria autorizzazione)
Zucchina resistenza ai virus Asgrow ue

tratto da Xlife:guida alle piante e agli animali transgenici ed. Avverbi

HOME PAGINA O.G.M. ARCHIVIO ARTICOLI
 

 
Cynegi Network