La supersoia è già in tavola
Articolo tratto da Il Sole 24 Ore (20 Settembre 1999)

Che ci piaccia o no gli alimenti geneticamente modificati sono in ogni caso già presenti sulla nostra tavola se non altro perché importiamo la materia prima - come mais e soia - o addirittura i prodotti finiti, come lecitina o il cioccolato. Secondo la Datamonitor, una società di ricerche britannica, gli ingredienti geneticamente modificati sarebbero presenti in oltre il 60% dei prodotti alimentari (dai biscotti al pane, dai piatti pronti ai surgelati e ai dessert) in vendita sul mercato europeo. Un solo esempio: nel 1998 l'Europa ha importato dagli Stati Uniti circa 6 milioni di tonnellate di mais modificato, che finisce sotto forma di amido in marmellate, cioccolato, olio e margarina. E siamo solo all'inizio. Dagli Stati Uniti potrebbero arrivare presto sulle nostre tavole pomodori, barbabietole, melanzane, mele e pere dal DNA trasformato.

 

HOME PAGINA O.G.M. ARCHIVIO ARTICOLI
 

 
Cynegi Network